• Home
  • Attualità
  • Pnrr: la Provincia si aggiudica il bando per il Negrelli di Feltre

Pnrr: la Provincia si aggiudica il bando per il Negrelli di Feltre

Staff edilizia scolastica 3xxxxLa Provincia di Belluno si è aggiudicata il bando Pnrr presentato per l’istituto Negrelli di Feltre. Finanziato interamente l’intervento previsto, per un valore di 15,9 milioni di euro. Si tratta del primo progetto avanzato dagli uffici di Palazzo Piloni sul fronte del Piano nazionale di ripresa e resilienza, e nella graduatoria finale è stata premiata la qualità della proposta. Infatti, a livello regionale solo due progetti sono stati finanziati alle Province (l’altro è stato avanzato da Treviso), e quello del Negrelli è il più sostanzioso. «Bisognava osare e l’abbiamo fatto. Era una candidatura difficile e complessa, ma abbiamo ottenuto un risultato eccezionale.

La nostra idea progettuale è risultata tra le più importanti a livello regionale, grazie all’impegno e alla determinazione della squadra di giovani tecnici coordinati dalla dirigente Wanda Antoniazzi» afferma la vice presidente della Provincia, delegata all’edilizia scolastica. «Ora attendiamo gli altri bandi per le scuole a cui abbiamo concorso».

Nella foto lo Staff dell'edilizia scolasticalap

L’IDEA PROGETTUALE

Per la sede dell'Iti Negrelli-Forcellini di Feltre, la Provincia aveva previsto un’operazione di demolizione e ricostruzione. La struttura attuale infatti presenta alcuni problemi difficilmente risolvibili attraverso una riqualificazione dell’esistente: la carenza di aule, l’assenza dell’aula magna, criticità importanti sul fronte del consumo energetico e costi importanti di adeguamento sismico e adeguamento normativo.

Le stime di intervento sugli edifici attuali prevedevano un costo eccessivo e tempi di intervento molto lunghi (nell’ordine di 4/5 anni). Pertanto, è stata scelta la via della ricostruzione ex novo sullo stesso sito, a seguito di demolizione.

Un’operazione da 15,9 milioni di euro, che è stata apprezzata dalla commissione ministeriale.

PROSSIMI PASSAGGI

Il bando Pnrr fissa la conclusione dei lavori entro la primavera 2026. L’iter, adesso, prevede un concorso bandito direttamente dal Ministero dell’Istruzione per la predisposizione del progetto. Al vincitore verrà affidata la progettazione definitiva dell’intervento, poi verrà appaltata l’opera. «I nostri uffici presumono di avviare i lavori entro il 2024, per portare a conclusione l’operazione nel corso del 2025 - spiega la vice presidente della Provincia -. L’area è particolarmente vasta e consentirà di realizzare la nuova scuola prima di procedere con la demolizione della vecchia struttura. In questo modo si evitano disagi agli studenti e al personale scolastico, semplificando al massimo anche eventuali spostamenti logistici».

«Ringrazio tutti i dipendenti del settore che si occupa di edilizia scolastica: questo risultato è merito del loro impegno. E grazie anche al supporto in fase di candidatura della Task force edilizia scolastica» commenta il presidente della Provincia. «La riqualificazione delle scuole è fondamentale per garantire un adeguato livello formativo e una qualità di vita elevata ai nostri ragazzi e agli insegnanti. Per questo aspettiamo fiduciosi gli esiti degli altri bandi Pnrr a cui abbiamo partecipato. Sono soddisfatto anche per il finanziamento del progetto relativo alla cittadella scolastica di Longarone, primo in Veneto per quanto riguarda le candidature dei Comuni, per un totale di 7,6 milioni di euro. È la dimostrazione che il nostro territorio sa lavorare molto bene, con prospettive interessanti per i servizi al cittadino».

© il Notiziario di Cortina

CONDIVIDI

CONTATTI
Il Notiziario di Cortina” e rivista “Cortina
Via Ria de Zeto 3
32043 Cortina d’Ampezzo (BL)
Tel. 0436 770042
Mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

© Il Notiziario di Cortina -
Made by NPgraphics