1 luglio a Viareggio inaugurazione della mostra: IL TEMPO DI SIGNORINI E DE NITTIS. L’OTTOCENTO APERTO AL MONDO NELLE COLLEZIONI BORGIOTTI E PICENI

29 giugno 2016 at 15:18
Viene inaugurata, venerdì 1 luglio alle ore 18.00 a Viareggio presso il Palazzo delle Muse, Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Lorenzo Viani, l’importante mostra: “Il tempo di Signorini e De Nittis. L’Ottocento aperto al mondo nelle collezioni Borgiotti e Piceni“, realizzata su progetto di Giuliano Matteucci.
All’apertura ufficiale intervengono: Giorgio Del Ghingaro sindaco della città di Viareggio, Luigi Ficacci soprintendente per le Belle Arti e il Paesaggio per le province di Lucca e Massa Carrara, Paola Giubergia responsabile relazioni esterne Ersel, Claudia Fulgheri curatrice della mostra,  Camilla Testi curatrice della mostra e Alvise di Canossa presidente della Fondazione Matteucci per l’Arte Moderna.
 
LA MOSTRA
Quaranta opere straordinarie dei maggiori pittori italiani dell’Ottocento e la storia di due singolari personaggi che di quella cultura sono stati tra i più stimati esegeti: Mario Borgiotti (1906-1977) ed Enrico Piceni (1901-1986) sono i cardini della mostra volta a svelare la loro entusiasmante avventura e il contesto nel quale si è dipanata. Ad emergere è l’opera di valorizzazione degli artisti prediletti che, rifacendosi all’estetica dei Cecchi, dei Papini, degli Ojetti e di Lionello Venturi, in controtendenza rispetto alle proposte più estreme del dopoguerra, restituisce ai Macchiaioli e ai parisiens d’Italie – Boldini, de Nittis, Zandomeneghi – il primato d’ innovatori del proprio tempo, in una nuova lettura dell’Ottocento italiano che lo avrebbe consegnato alla storia.
É anche grazie alla lungimiranza di Borgiotti e Piceni se oggi le opere di questi artisti – alla triade parigina si aggiungono Fattori, Abbati, Signorini, Lega, de Tivoli, Cabianca, Cecioni ed ancora Mancini e Ghiglia – sono viste, in ambito internazionale, come frutto di una stagione altamente creativa dell’arte moderna. I quadri esposti, provenienti dalle rispettive collezioni, ne sono diretta testimonianza; essi parlano delle geniali intuizioni dei due conoscitori che, con l’acutezza del loro occhio, hanno restituito l’originaria identità a tanti capolavori sconosciuti o non pienamente compresi.
A stimolarli è stata, nel caso di Borgiotti, l’ammirazione per il linguaggio puro e poetico dei pittori del Caffè Michelangiolo, in quello di Piceni l’attrazione per l’eleganza, l’intimismo, la vita che scorre senza affanni interpretata da Zandomeneghi e dagli artisti che, come lui, a Parigi hanno conosciuto una nuova gioia di dipingere. Di quei moderni Dioscuri, la mostra, oltre ad evidenziare il ruolo di arbitri del gusto di tanta parte del collezionismo italiano moderno, racconta lo slancio e l’entusiasmo, rivelando, attraverso testimonianze di prima mano, aspetti e fatti poco noti, se non addirittura inediti. Quindi, una rassegna né collettiva né monografica, ma il tracciato di vita di protagonisti d’eccezione cui, oggi, guardare come ad un modello di militanti nel mondo dell’arte in via d’estinzione.
A renderli tali non è tanto l’ampia prospettiva con la quale si sono rapportati ad uno dei periodi più fecondi della pittura italiana, quanto il ragionato criterio e la lucida analisi seguiti nel riunire due collezioni di respiro europeo.
 
PERIODO DELLA MOSTRA
La mostra a Viareggio, presso il Centro Matteucci per l’Arte Moderna si può visitare dal 2 luglio al 26 febbraio 2017 con il seguente orario:
- dal 2 luglio all’ 11 settembre da martedì a venerdì: 17.00-23.00- sabato e domenica: 10.00-13.00/17.00-23.00 lunedì chiuso
- dal 13 settembre all’1 novembre da martedì a venerdì: 15.30-19.30 – sabato e domenica: 10.00-13.00/15.30-19.30 lunedì chiuso
- dal 2 novembre al 26 febbraio 2017 venerdì: 15.30-19.30 –  sabato e domenica: 10.00-13.00/15.30-19.30.
 
INFO
Centro Matteucci per l’Arte Moderna – Via G. d’Annunzio, 28 Viareggio
Informazioni e prenotazioni tel. 0584 430614 – info@cemamo.it www.centromatteucciartemoderna.it 
Catalogo Edizioni Centro Matteucci
 
BIGLIETTI
Intero 8,00 Euro, ridotto 5,00 Euro.
Visite guidate 80,00 Euro. (su prenotazione per gruppi non superiori a 20 persone).
 
COME ARRIVARE A VIAREGGIO
In auto: Strada statale Aurelia (SS 1 Roma – Ventimiglia), in autostrada A 12 da Genova (direzione Livorno), A 11 da Firenze (direzione Genova uscita Viareggio)
In treno: Principali collegamenti sulla linea Torino-Genova-Roma e Milano-Firenze-Roma
In aereo: Pisa, Aeroporto G. Galilei (22 km da Viareggio)
Aree di parcheggio: Lungomare Carducci, piazza Mazzini, progetto di viale Buonarroti e via Foscolo.

Tags: , , , ,

0 Commenti

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento


Designed by WPZOOM