A CORTINA D’AMPEZZO DAL 22 AL 25 GENNAIO: “CONVENTION CAP – PUNTIAMO IN ALTO” DEL COLORIFICIO SAN MARCO

23 gennaio 2015 at 15:52

(f.m.) Dal 22 al 25 gennaio a Cortina d’Ampezzo, al Miramonti Majestic Hotel, si svolgerà la “Convention Cap – Puntiamo in Alto”, voluta dal Colorificio San Marco S.p.A., l’azienda leader in Italia nei sistemi vernicianti per l’edilizia che continua a investire sul territorio. Proprio a Marcon i responsabili dell’azienda hanno avviato i lavori per l’ampliamento dello stabilimento, nell’ambito di un più ampio progetto di riqualificazione territoriale. I nuovi edifici sorgeranno in un’area abbandonata di via Perosi, serviranno da uffici e magazzini e ospiteranno anche un asilo nido e uno spazio polifunzionale per attività ricreative. L’intervento prevede anche la realizzazione di un’area verde di 2.000 mq e di una porzione della pista ciclabile che collegherà Gaggio a Marcon, per un investimento complessivo di oltre 3,5 milioni di euro. «L’ampliamento della nostra sede principale di Marcon – spiega Mariluce Geremia, responsabile Risorse Umane di Colorificio San Marco – conferma la crescita dell’azienda e il nostro impegno per uno sviluppo sostenibile. Con questo progetto vogliamo inoltre venire incontro alle esigenze dei nostri dipendenti e della comunità, mettendo a disposizione aree verdi e relax e offrendo nuovi servizi come il nido aziendale».

Per la costruzione verranno utilizzate le migliori tecnologie e materiali, al fine di garantire il massimo comfort interno e un’elevata efficienza energetica. L’edificio che ospiterà il nido sarà in classe A e autosufficiente dal punto di vista energetico grazie a un impianto fotovoltaico da 90kWp e a un impianto solare termico. I tempi stimati per la realizzazione dell’intero intervento sono di 18 mesi. L’impegno di Colorificio San Marco non si esaurisce qui. A compensazione della superficie utilizzata per il cantiere, l’azienda, in collaborazione con LIPU (Lega Italiana Protezione Uccelli), si impegna a piantare 2.000 alberi presso l’Oasi Naturalistica Cave di Gaggio, piccolo scrigno di biodiversità e paradiso del birdwatching. Gli alberi si svilupperanno in un’area di oltre 14.000 mq, dando vita a un nuovo bosco di latifoglie, polmone verde che diventerà dimora di usignoli di fiume e capinere.

2 Comments

  1. s128 scrive:

    I like the valuable information you provide in your articles.

    I will bookmark your weblog and check again here frequently.

    I am quite sure I will learn lots of new stuff right here!

    Good luck for the next!

Lascia un commento


Designed by WPZOOM