Coppa d’Oro delle Dolomiti. A Giovanni Moceri e Valeria Dicembre la vittoria per il 2°anno consecutivo

26 luglio 2020 at 08:07

Margiotta Antonino e Bertieri Vincenzo su Volvo Pv444 ITA 1947 – www.ilnotiziariodicortina.com

Vittoria per la seconda edizione consecutiva per il duo siciliano, marito e moglie, Giovanni Moceri e Valeria Dicembre, a bordo della Fiat 508C del 1939. Si aggiudicano anche la seconda tappa con 366,96 penalità totali. A loro anche lo speciale Trofeo UBI Banca per il vincitore della competizione. Seconda posizione per la Volvo Pv444 del 1947 di Antonino Margiotta e Vincenzo Bertieri, per loro 451,29 penalità: l’obiettivo era salire sul podio dopo la pausa, riprendere i ritmi… ci siamo comportati bene sin dall’inizio, siamo assolutamente soddisfatti del risultato!.

Chi ha lavorato per il posizionamento delle prove è stato veramente fantastico, prove in posizioni molto molto belle, afferma Osvaldo Peli commentando le 40 prove cronometrate e 4 prove di media odierne. Per lui prima esperienza alla Coppa d’Oro delle Dolomiti, una passione quella per le auto d’epoca che va di padre in figlio, con Andrea, quattordici anni al suo primo anno da navigatore con il padre. Un team più che promettente che accumula con la Fiat Balilla Coppa d’Oro del 1934 un totale di 502,50 penalità e ottiene la terza posizione sul podio assoluto.

I vincitori Moceri Giovanni e Dicembre Valeria su Fiat 508C ITA 1939 – www.ilnotiziariodicortina.com

Anche il percorso di sabato, da Cortina verso nord, ha soddisfatto i piloti, baciati dal sole hanno potuto godere a pieno dei panorami dolomitici attraverso i passi Tre Croci, Sant’Antonio, Zovo e Monte Croce Comelico, dove hanno sostato per il break. Poi le aree verdeggianti della Val Pusteria, San Candido, Dobbiaco, Valdaora, San Martino in Badia alcune delle località toccate prima di rientrare nuovamente a Corso Italia in trionfale corteo.

Quarta posizione per la Lancia Aprilia del 1939 di Gianmario Fontanella e Annamaria Covelli con 508,74 penalità. Dietro di loro chiude il team composto da Luca Patron e Alberto Scapolo, con la Bentley 3 Litre Speed del 1925, l’auto più antica in gara, accumulando un totale di 546,25 penalità.

Sesta posizione per Alberto Aliverti, in team con Stefano Valente sull’Alfa Romeo 6C 1750 SS Zagato, 561,15 penalità, “è l’esordio con questa vettura, tanto bella quanto impegnativa” un’auto che rivedremo nuovamente a metà ottobre nelle Madonie siciliane per la Targa Florio Classica, altra tappa del Campionato Italiano Grandi Eventi ACI Sport, anch’esso evento di grande importanza per il 2020 italiano, in un’ottica di rilancio economico e sociale, che inevitabilmente deve passare anche attraverso il settore turistico e lo slancio rappresentato dai grandi eventi culturali e sportivi.

Tra gli esordienti di quest’anno anche Gianluca Traversa, dirigente di Allemano, l’azienda produttrice dei misuratori del tempo legati a doppio filo all’automobile, nonché official timeekeper della manifestazione, secondo conduttore dell’Alfa Romeo Giulia Sprint GTV del 1966 con Stefano Visconti “una grande gara, molto impegnativa, servirà più preparazione, il prossimo anno torniamo!” promettono.

Peli Osvaldo e Peli Andrea su Fiat Balilla Coppa D’Oro ITA 1934 – www.ilnotiziariodicortina.com

Classifica Generale:  1) Moceri Giovanni e Dicembre Valeria su Fiat 508C ITA 1939 Targa Florio penalità 366,96. 2) Margiotta Antonino e Bertieri Vincenzo su Volvo Pv444 ITA 1947 Registro Volvo D’Epoca penalità 451,29. 3) Peli Osvaldo  e Peli Andrea su Fiat Balilla Coppa D’Oro ITA 1934 Brescia Corse penalità 502,50. 4) Fontanella Gianmario e Covelli Annamaria su Lancia Aprilia ITA 1939 Classic Team penalità 508,74. 5) Patron Luca e Scapolo Alberto su Bentley 3 Litre Speed ITA 1925 penalità 546,25. 6) Aliverti Alberto e Valente Stefano su Alfa Romeo 6C 1750 Ss Zagato ITA 1929 Cmae Squadra Corse penalità 561,15. 7) Perletti Riccardo e Bachechi Franco su Triumph Tr3 ITA 1955 Brescia Corse penalità 668,05. 8) Sisti Sergio e Gualandi Anna su Lancia Aprilia ITA 1937 Classic Team ITA penalità 694,59. 9) Nobis Giuseppe e Mambrini Paola su Porsche 356B ITA 1960 Classic Team penalità 820,80. 10) Lafortezza Michele e Carturan Ilaria su Innocenti Mini Cooper ITA 1969 Ac Verona Historic penalità 848,38.

 

“Siamo stati premiati per i nostri sforzi, ma credo siano stati premiati anche i partecipanti” apre il Presidente dell’Automobile Club d’Italia Angelo Sticchi Damiani, ricordando i numerosi sforzi richiesti per l’organizzazione di questa edizione, “quello che conta è lo spirito, la passione che ci unisce e che condividiamo, lo spirito di ACI Storico”.

 

GLI INTERVENTI

Moceri: “Quinta vittoria, organizzazione impeccabile”

Questa mattina il Tour dei Sestieri di Cortina, alla scoperta della parte “nascosta” della Regina delle Dolomiti, in un evento competitivo con una prova cronometrata che ha visto trionfare nuovamente la 508C del 1939 di Giovanni Moceri e Valeria Dicembre; poi la cerimonia di premiazione presso il Miramonti Majestic Grand Hotel che ha chiuso ufficialmente l’edizione 2020 della Coppa d’Oro delle Dolomiti. Siamo stati premiati per i nostri sforzi, ma credo siano stati premiati anche i partecipanti apre il Presidente dell’Automobile Club d’Italia Angelo Sticchi Damiani, ricordando i numerosi sforzi richiesti per l’organizzazione di questa edizione e aggiunge: “Quello che conta è lo spirito, la passione che ci unisce e che condividiamo, lo spirito di ACI Storico”.

Non è stato facile per la situazione attraversata, abbiamo deciso di andare avanti e siamo soddisfatti del risultato” interviene Marco Rogano, Direttore Generale di ACI Sport S.p.a.

Un intervento anche di Lucio De Mori, Presidente dell’Automobile Club Belluno, che condivide la gioia per il successo organizzativo, ma sempre con uno sguardo al futuro: “Con l’AC Belluno faremo sempre meglio, perché Belluno e Cortina lo meritano”.

Giovanni Moceri e Valeria Dicembre si aggiudicano la Coppa d’Oro delle Dolomiti per il secondo anno consecutivo, la quinta nel loro palmarès. A loro anche lo speciale Trofeo UBI Banca. Il Campione siciliano ha voluto cogliere l’occasione per congratularsi con l’organizzazione: “Si è celebrato a mio avviso un modello ideale di gare di regolarità in Italia. L’organizzazione, guidata da ACI Sport capitanata da Marco Rogano, è riuscita a dare delle regole certe, abbinando il giusto mix tra parte sportiva e ospitalità. Tutti gli organizzatori delle gare di regolarità in Italia dovrebbero venire ad apprendere quello che ACI Sport è riuscita a fare qui a Cortina”. Con lui sul podio anche Antonino Margiotta e Vincenzo Bertieri con la Volvo Pv444 del 1947 e Osvaldo e Andrea Peli con la Fiat Balilla Coppa d’Oro del 1934.

I PREMIATI

Vincono la classifica Coppa d’Oro delle Dolomiti Legend Francesco e Dario Jannuzzi con la Porsche Carrera 3.2 Targa del 1984, mentre la Coppa d’Oro delle Dolomiti Tributo va a Alessandro e Costanza Valentini con la Porsche 964 Speedster del 1994

Elenco premiati:

Navigatore più giovane: Andrea Peli – Fiat Balilla Coppa D’oro 1934

Registro Italiano Porsche 356: 1° Alessandro Virdis – Silvia Giordo – Porsche 356 a speedster 1956, 2° Massimo Bisi – Claudio Cattivelli – Porsche 356 s 1963, 3° Alberto Diana – Annamaria Revello – Porsche 356 b sc 1960

Tributo Coppa d’Oro delle Dolomiti 2020: 1° Alessandro Valentini – Costanza Valentini – Porsche 964 Speedster 1994, 2° Mauro Trifero – Mauro Trape’ – Ferrari 599 2008, 3° Vania Parolaro – Paolo Ferrari – Porsche 993 4s 1996

Tributo Coppa d’Oro delle Dolomiti 2020 (medie): 1° Vania Parolaro – Paolo Ferrari – Porsche 993 4s 1996, 2° Eliseo Fullin – Andrea Meloni – Porsche 993 Turbo 1996, 3° Alessandro Valentini – Costanza Valentini – Porsche 964 Speedster 1994

Coppa d’Oro delle Dolomiti Legend 2020: 1° Francesco Jannuzzi – Dario Jannuzzi – Porsche Carrera 3.2 Targa 1984, 2° Aldo Castello – Maria Teresa Pascal – Ferrari 208 Gts Turbo 1988, 3° Giuseppe Maria Mazzarella – Dario Vallini – Ferrari Mondial 1989

Coppa d’Oro delle Dolomiti Legend 2020 (medie): 1° Axel Zimmerman – Nicoletta Mueller – Ferrari Mondial 1989, 2° Giuseppe Maria Mazzarella – Dario Vallini – Ferrari Mondial 1989, 3° Aldo Castello – Maria Teresa Pascal – Ferrari 208 Gts Turbo 1988

Equipaggio straniero: Cornis Filius – Robert Van T’slot (NL) Fiat 1100/103 Berlina Mm 1955

Equipaggio femminile: Martina Pastore – Anna Pastore – Porsche 356 1957

Under 30: Riccardo Perletti – Franco Bachechi – Triumph Tr3 1955

Scuderie Classic Team: Fontanella Giammario – Annamaria Covelli Lancia Aprilia 1939, Sergio Sisti – Anna Gualandi Lancia Aprilia 1937, Giuseppe Nobis – Paola Mambrini – Porsche 356 B 1950

5° Raggruppamento: 1° Michele Lafortezza – Ilaria Carturan – Innocenti Mini Cooper 1969, 2° Himara Annalisa Bottini – Carlo Di Giusto – Porsche 911 1966, 3° Riccardo Cristina – Sabrina Baroli – Alfa Romeo Spider 1750 1969

 4° Raggruppamento: 1° Massimo Bisi – Claudio Cattivelli – Porsche 356S 1963,  2° Enrico Scotto – Fabrizio Mazzoni – Lancia Fulvia Coupé 1.2 1965, 3° Matteo Pastore – Paola Avanza – Porsche 356 Sc 1964

3° Raggruppamento: 1° Antonino Margiotta – Vincenzo Bertieri – Volvo Pv444 1947, 2° Ambrogio Ripamonti – Nicoletta Moroni – Jaguar Xk120 1950, 3° Livio Colosio – Mariella Quadrio – Fiat 1400 1950

2° Raggruppamento: 1° Giovanni Moceri – Valeria Dicembre – Fiat 508C 1939, 2° Osvaldo Peli – Andrea Peli – Fiat Balilla Coppa d’Oro 1934, 3° Gianmario Fontanella – Annamaria Covelli – Lancia Aprilia 1939

 1° Raggruppamento: 1° Luca Patron – Alberto Scapolo – Bentley 3 Litre Speed 1925, 2° Alberto Aliverti – Stefano Valente – Alfa Romeo 6C 1750 SS Zagato 1929, 3° Fabio Salvinelli – Guido Ceccardi – Fiat 514 MM 1930

Divisioni RC 3: Riccardo Perletti – Franco Bachechi – Triumph Tr3 1955

Divisioni RC 2: Giovanni Moceri – Valeria Dicembre – Fiat 508C 1939

Divisioni RC 1: Alberto Aliverti – Stefano Valente – Alfa Romeo 6C 1750 SS Zagato 1929

 Tour dei Sestieri: 1° Giovanni Moceri – Valeria Dicembre – Fiat 508C 1939, 2° Alessandro Virdis – Silvia Giordo – Porsche 356A Speedster 1956, 3° Giovanni Prandelli – Loredana Pasotti – Mercedes Benz 190 SL 1955

Classifica Media: 1° Alberto Aliverti – Stefano Valente – Alfa Romeo 6C 1750 SS Zagato 1929, 2° Antonino Margiotta – Vincenzo Bertieri – Volvo Pv444 1947, 3° Michele Lafortezza – Ilaria Carturan – Innocenti Mini Cooper 1969

 Classifica Generale

1° Giovanni Moceri – Valeria Dicembre – Fiat 508C 1939

2° Antonino Margiotta – Vincenzo Bertieri – Volvo Pv444 1947

3° Osvaldo Peli – Andrea Peli – Fiat Balilla Coppa d’Oro 1934

4° Gianmario Fontanella – Annamaria Covelli – Lancia Aprilia 1939

5° Luca Patron – Alberto Scapolo – Bentley 3 Litre Speed 1925

6° Alberto Aliverti – Stefano Valente – Alfa Romeo 6C 1750 SS Zagato 1929

7° Riccardo Perletti – Franco Bachechi – Triumph Tr3 1955

8° Sergio Sisti – Anna Gualandi Lancia Aprilia 1937

9° Giuseppe Nobis – Paola Mambrini – Porsche 356B 1960

10° Michele Lafortezza – Ilaria Carturan – Innocenti Mini Cooper 1969

Trofeo UBI Banca

Giovanni Moceri – Valeria Dicembre – Fiat 508C 1939

Tags:

0 Commenti

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento


Designed by WPZOOM