OGGI È SCOMPARSA L’ATTRICE LUCIA BOSÈ

23 marzo 2020 at 19:13

(La foto di Lucia Bosè postata dal figlio Miguel su facebook e instagram) www.ilnotiziariodicortina.com

Oggi è morta Lucia Bosé, aveva 89 anni. L’attrice e madre di Miguel Bosé è morta nell’ospedale di Segovia, vicino a Madrid.

In Italia, la sua ultima apparizione risale allo scorso ottobre 2019 a “Domenica In”, quando ospite di Mara Venier raccontò aneddoti di una fantastica vita vissuta tra cinema e grandi amori. Di Lucia Bosé si è parlato soprattutto per i suoi grandi amori, su tutti il fidanzamento con Walter Chiari. Poi le nozze con il torero Luis Miguel Dominguín, con cui ha sempre avuto un rapporto pieno di alti e bassi.
Pochi minuti dopo l’annuncio delle agenzie della morte di Lucia Bosé, il figlio Miguel ha pubblicato la foto che vedete e un messaggio sulla sua pagina Instagram ufficiale: “Cari amici…Vi informo che mia madre Lucia Bosé è appena morta. È già in un posto migliore”.

Serena Baccaglini, Lucia Bosè il sindaco Andrea Franceschi e l’assessore alla cultura Paola Valle (Foto Feliciana Mariotti tratto dall’Archivio) – www.ilnotiziariodicortina.com

Il taglio d’inaugurazione della mostra (Foto Feliciana Mariotti tratta dall’Archivio) – www.ilnotiziariodicortina.com

Era il 20 dicembre 2007 quando l’attrice tornò a Cortina d’Ampezzo dopo 50 anni e lo fece per tagliare, insieme al sindaco Andrea Franceschi, il nastro della mostra “Picasso & Dominguin: un’amicizia ad arte raccontata da Lucia Bosè”, dedicata ai due grandi spagnoli.

L’amicizia che legò Pablo Picasso alla famiglia Dominguin venne narrata attraverso i ricordi di Lucia Bosè che frequentò il pittore insieme al marito Luis Miguel dalla fine degli Anni ’50.
La sala mostre dell’Alexander Girardi Hall ospitò una settantina di opere tra cui 33 ceramiche decorate, disegni, collage, incisioni e litografie che l’artista donò alla famiglia Bosè-Dominguin.
L’esposizione presentava, nove disegni, quattro litografie, collage, stampe e 33 ceramiche decorate datate tra il 1955 e il 1959: tutti doni “in gran parte con dedica – che Picasso fece alla famiglia Bosè-Dominguin”.
Le opere che furono esposte a Cortina erano parte di una collezione intima, conservata con dedizione e cura dalla Bosè e dalla sua famiglia, testimone dell’incontro e dell’amicizia tra il grande Artista e il leggendario Torero.
Feliciana Mariotti – www.ilnotiziariodicortina.com

0 Commenti

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento


Designed by WPZOOM