Warning: strpos() expects parameter 1 to be string, object given in /web/htdocs/www.ilnotiziariodicortina.com/home/wp-includes/functions.php on line 2961 IL RICORDO DI CARLO VANZINA… DA PARTE DI GIANPIETRO GHEDINA, MADDALENA MAYNERI E LAURA DELLI COLLI

IL RICORDO DI CARLO VANZINA… DA PARTE DI GIANPIETRO GHEDINA, MADDALENA MAYNERI E LAURA DELLI COLLI

9 luglio 2018 at 18:20

Carlo Vanzina (Foto Francesca Vieceli – www.ilnotiziariodicortina.com)

Nella sua amata Roma, dov’era nato,
ancora troppo giovane e
nel pieno della maturità intellettuale,
dopo una lotta lucida e coraggiosa contro la malattia –
si legge nella nota della famiglia –
ci ha lasciati il grande regista Carlo Vanzina
amato da milioni di spettatori ai quali, con i suoi film,
ha regalato allegria, umorismo e uno sguardo
affettuoso per capire il nostro Paese“.
 
La notizia della scomparsa del noto regista si è diffusa velocemente ovunque, anche nella Regina delle Dolomiti, dove Carlo, con la sua famiglia (a partire dalla moglie Lisa e dal fratello Enrico), era di casa.
 
In una giornata d’estate ci ha salutati Carlo Vanzina, regista che seppe cogliere con acutezza alcuni aspetti della vita  di vacanza a Cortina  e riuscì a trasporli cinematograficamente, segnando in modo indelebile l’immaginario degli italiani“, con queste parole il sindaco di Cortina d’Ampezzo Gianpietro Ghedina, anche a nome dell’Amministrazione comunale, ricorda con affetto il noto regista e si stringe ai familiari in questo momento di dolore. Carlo Vanzina veniva spesso con la sua famiglia e il fratello a trascorrere lunghi periodi.
 
Per noi qui sul set in Toscana la notizia ci è arrivata come una doccia fredda – ha commentato Maddalena Mayneri, ideatrice e presidente di Cortinametraggio -. Voglio ricordare la serata magica al Festival nel marzo 2016 insieme al fratello Enrico e desidero aggiungere che ci mancherà, personalmente voglio ringraziarlo per tutti i consigli e le chiacchiere in amicizia che mi ha regalato a Cortina“.
 
Scrive Laura Delli Colli presidente del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani su Facebook: “Se ne va troppo presto un uomo colto e raffinato, un regista come pochi curioso dell’Italia e degli italiani. Come tutta la commedia che ne ha raccontato umanità, debolezze, piccoli e grandi difetti. Grazie. È un abbraccio con Enrico e Lisa a tutti i Vanzina“.
 
Era il 18 marzo 2016 e nella serata finale di Cortinametraggio con “Ciak per Due: Enrico e Carlo Vanzina” al cinema Eden ci fu, in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia, l’omaggio del SNGCI (Sindacato Nazionale dei Giornalisti Cinematografici Italiani) ai loro primi quarant’anni. I giornalisti trasformarono quel sabato sera nel Festival della commedia italiana.
 Laura Delli Colli disse in quell’occasione presentandoli: “Sessanta film in quarant’anni, e una maratona di commedia italiana che ha fatto ridere, nella migliore tradizione anche con qualche punta di amarezza, milioni di spettatori: per questo i giornalisti cinematografici dedicano un’anteprima del 70.mo compleanno del Sngci e dei Nastri d’Argento proprio a Enrico e Carlo Vanzina, coppia particolarmente ‘prolifica’ del cinema italiano che ormai in quasi mezzo secolo di cinema ha siglato il costume, la musica, la quotidianità e non solo il cinema più popolare al quale è legato il loro nome. 
Era il 1976 quando Carlo debuttava dietro la macchina da presa come regista di Luna di miele in tre, scritto con Enrico che firmava lo stesso anno Febbre da cavallo, un mito per intere generazioni di appassionati di comicità, ma anche Oh Serafina scritto con Alberto Lattuada, dal romanzo di Berto. Sono loro successi come I film di Diego Abatantuono I fichissimi del 1981, Eccezzziunale… veramente e Viuuulentemente mia entrambi del 1982, ma soprattutto un evergreen come Sapore di mare sempre del 1982. Figli di Steno e nipoti di un nonno a lungo giornalista al Corriere della Sera Enrico e Carlo hanno avuto un particolare intuito nel lanciare film diventati ‘cult’, a cominciare dai cinepanettoni  con quelle vacanze sulla neve che li hanno legati proprio a Cortina dove non a caso il Sngci dedica loro la serata finale di Cortinametraggio, sabato sera, trasformando la rassegna dei corti per una sera nel Festival della commedia.
Qualche titolo? Vacanze di Natale (1983, capostipite dei cinepanettoni) Yuppies – I giovani di successo (1986), una formula  di successo confermata da Sognando la California (1992), S.P.Q.R. (1994), A spasso nel tempo (1996), A spasso nel tempo – L’avventura continua (1997) e Vacanze di Natale 2000 (1999). Nel 2011 proprio con Vacanze di Natale a Cortina di Neri Parenti, un ritorno sulla neve”. 
Noi della redazione de “Il Notiziario di Cortina” (apparso più volte nei film di Vanzina), forse un po’ di parte, vogliamo ricordare il noto regista proprio per quei film che sono più legati alla nostra località ed hanno contribuito a riportare in auge Cortina d’Ampezzo… 
I funerali di Carlo Vanzina saranno celebrati domani, martedì 10 luglio, alle ore 11.00 a Roma, nella Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri, in piazza della Repubblica.
Feliciana Mariotti
 
 
 
 

0 Commenti

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento


Designed by WPZOOM