CON IL SOROPTIMIST DI CORTINA E DUE GRANDI CHEF: EDUCAZIONE ALIMENTARE E CONTRASTO ALLO SPRECO NEGLI ASILI

15 novembre 2017 at 18:20

Ecco il libretto antispreco dato ai bimbi dai 3 ai 6 anni (www.ilnotiziariodicortina.com)

Oggi, nel Centro Montessori Cortina e nella Scuola dell’Infanzia don Frenademez, i bambini dell’asilo hanno partecipato alla giornata dedicata all’educazione alimentare e al contrasto allo spreco. 
L’evento, proposto dal Soroptimist International Club di Cortina d’Ampezzo con uno dei programmi della rete C&C, ha visto la collaborazione di due grandi chef: Gigi Dariz del ristorante Da Aurelio e Graziano Prest del ristorante Tivoli. 
“Nell’ambito del tema dell’Alimentazione e della Family Farming i Club di Bergamo e Bolzano-Bozen hanno proposto, nel 2014, il progetto La Cultura delle Donne per unaColtura EcoSOStenibile e, nel 2015, il Club di Cortina ha organizzato il primo appuntamento collettivo dei Club nazionali che hanno aderito alla rete C&C – spiega Katia Tafner, presidente del Club di Cortina -. 
Il progetto vuole evidenziare l’impegno delle donne produttrici nel rispetto della biodiversità e il ruolo cardine delle donne in una cucina amata, dall’impronta domestica. 
L’obiettivo è quello di identificare e valorizzare prodotti a filiera corta per favorire lo sviluppo delle aziende guidate da donne, che, in un approccio ambientale ecosostenibile, arrivino a creare prodotti di qualità, legati all’agricoltura, all’allevamento o al riciclo/riuso. Un esempio è dato dalla giornata di oggi». 
Ai bambini è stato spiegato, grazie al supporto di un libretto e di alcune immagini, l’importanza del riciclo. dalla teoria si è poi passati alla si è passati alla pratica realizzando i canederli.
Per far comprendere il riciclo alimentare i bambini sono stati invitati a portare da casa del pane vecchio tagliato a cubetti, che per l’occasione, invece di essere buttato, è stato riutilizzato.
«Il concetto di antispreco, sostenibilità e voler bene al pianeta ha sempre bisogno di attenzione – ha detto Gigi Dariz –. Insegnare ai piccoli a sprecare meno li porterà ad avere un mondo più pulito. Fondamentale anche l’attenzione all’acquisto». Per lo chef Graziano Prest: «È bello insegnare ai bambini perché sono curiosi di imparare cose nuove e, con poco, si possono trasmettere grandi valori come quello delle materie prime e del riciclo nel rispetto dell’ambiente».
Una giornata che ricorderanno per tutta la vita.
Feliciana Mariotti
15 novembre 2017
riproduzione riservata

 

 

0 Commenti

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento


Designed by WPZOOM